HomeSala StampaArchivioResoconto 2009 - 2014CampagneVideoPubblicazioniPrivacy
 I comunicati stampa della Provincia di Parma
Agricoltura
Ambiente, Parchi, Risorse naturali
Cultura
Protezione civile
Scuola
Territorio
Turismo
Viabilità, Trasporti, Infrastrutture
I comunicati stampa della Provincia di Parma

Kuminda: a Parma la quinta edizione del festival sul diritto al cibo
Dal 5 al 10 ottobre convegni, incontri, mercatini, spettacoli e altri appuntamenti. Tra gli ospiti Serge Latouche, Gustavo Soto Santiesteban e Joan Martinez Alier.

<
Parma, 30 settembre 2010 – È uno snodo fondamentale per guardare al futuro: un futuro sostenibile, e più giusto. Il diritto al cibo è e rimane uno dei grandi temi del nostro tempo: un tema sempre più urgente da affrontare. Proprio al diritto al cibo è dedicato Kuminda, il festival che dal 5 al 10 ottobre torna a Parma come ogni autunno ormai da cinque anni: una settimana in cui il tema della sovranità alimentare sarà al centro dell’attenzione, con un fitto calendario di convegni, incontri con le scuole, animazione e intrattenimento, degustazioni di prodotti locali, momenti di confronto con ospiti internazionali e produttori del Sud del mondo.
L’iniziativa è realizzata da Cibo per tutti, Terre di mezzo e Comitato italiano per la sovranità alimentare con la collaborazione della Provincia di Parma e dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, con il patrocinio del Comune di Parma e con il sostegno di Forum solidarietà e Fondazione Cariparma. Tra i partner anche l’Università di Parma, il Festival Ottobre Africano, l’associazione La Decrescita e Altreconomia.
“Il diritto al cibo è un tema fondamentale, che si lega a quelli della democrazia e della sostenibilità dello sviluppo. Ed è un tema legato a una sensibilità civile che Parma ha sempre avuto”, ha detto nella presentazione di oggi in piazza della Pace il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli. “Per tutti sarà una grande occasione di riflessione e di crescita, anche sotto il profilo dell’amministrazione locale”, ha osservato l’assessore al Welfare del Comune di Parma Lorenzo Lasagna, che ha aggiunto: “Kuminda si è assunta il compito di ricordarci che il cibo non è solo una filiera di produzione, distribuzione e consumo ma è anche un diritto”.
Punto forte del programma di approfondimento tematico sono due seminari. Il primo (7 e 8 ottobre, dalle 9, Centro congressi ex Eridania) è “Il clima della democrazia. Decrescita, sostenibilità, giustizia socio ambientale”, organizzato insieme al Dipartimento di Studi Politici e Sociali dell’Università di Parma: esperti internazionali come Serge Latouche, Gustavo Soto Santiesteban e Joan Martinez Alier discuteranno di limiti e opportunità di trasformazione per ripensare insieme le sfide ambientali, sociali, politiche e culturali che si profilano. Il secondo (il 9 ottobre alle 18, Convento dell’Annunziata) è “Economie possibili per un dolce avvenire”, nel quale saranno presentati i risultati di una ricerca sull’economia solidale condotta dalle Università di Parma e Verona insieme alle reti (gas, produttori, botteghe, ecc.) del territorio. “Ospiteremo persone che saranno in grado di dare un contributo forte al dibattito - ha spiegato Fabio Faccini di Kuminda -. Kuminda è diventato un evento nazionale: diverse iniziative si terranno fuori Parma, e a Milano ci sarà addirittura un’edizione specifica del festival. Un festival nato dalla convinzione che sia necessario porsi il problema del rapporto con il sud del mondo e delle relazioni che possono essere costruite. La riflessione l’abbiamo condotta in questi anni grazie al contributo di tanti, che ci hanno consentito di fare qualche passo in avanti” 
Fabio Fabbro di Forum Solidarietà si è soffermato sul valore culturale di Kuminda, “tanto più in questi momenti di crisi e di disagio diffuso. Il tema del cibo in futuro sarà sempre più importante – ha detto -  e ad esso si affiancheranno quello delle fonti energetiche e dell’acqua: io credo che parlarne conti molto. Sempre più persone stanno prendendo coscienza del problema: speriamo che Kuminda crei ancor più coscienza”.
Nell’articolato programma di questa edizione anche il mercato del Distretto di Economia solidale (sabato 9 ottobre in via Imbriani, la mattina), con gruppi di acquisto solidale, produttori, associazioni, clown e giocolieri per i bimbi. La settimana di Kuminda prevede inoltre aperitivi equo solidali, intrattenimento musicale, serate dedicate all’acqua pubblica, iniziative con e per le scuole, spettacoli teatrali e tanto altro ancora.
Quest’anno Kuminda arriverà con appuntamenti specifici anche a Milano (12-17 ottobre) e a Correggio (16-17 ottobre).
Per informazioni: www.kuminda.org

Pagine correlate:

» Kuminda, il Festival del diritto al cibo
Il tema della sovranità alimentare al centro della quinta edizione del Festival del cibo equo e sostenibile. Ricco il calendario degli incontri e dei seminari, dal 5 al 10 ottobre
(da eventi.parma) - ultimo aggiornamento 4 ottobre 2010

data di creazione: 30/09/2010
data di modifica: 30/09/2010
segnala a un amico
versione stampabile

 

in questa pagina...

immagini:


un momento della presentazione (87Kb)

allegati:

comunicato da scaricare
(55Kb)
Kuminda 2010: il programma
(358Kb)
Il programma del convegno internazionale "Il clima della democrazia"
(305Kb)
mp3: intervista a Fabio Faccini
(2336Kb)
Il tavolo dei relatori
foto ad alta (1979Kb)
un momento della presentazione
foto ad alta (1593Kb)

link:

vai al sito di Kuminda

  Home / Sala Stampa / Archivio / Resoconto 2009 - 2014 / Campagne / Video / Pubblicazioni / Privacy / 
web design LTT - credits

notizie.parma è un sito di portale.parma - altri siti: eventi.parma
i servizi di portale.parma: calendario degli eventi | filo diretto

^Torna a inizio pagina^

 

 

funzione non attiva