HomeSala StampaArchivioResoconto 2009 - 2014CampagneVideoPubblicazioniPrivacy
 I comunicati stampa della Provincia di Parma
Agricoltura
Ambiente, Parchi, Risorse naturali
Cultura
Protezione civile
Scuola
Territorio
Turismo
Viabilità, Trasporti, Infrastrutture
I comunicati stampa della Provincia di Parma

Positivi i dati del turismo 2014 nel Parmense, resi noti dalla Provincia
Arrivi +9,3%, pernottamenti +6,9%. Gli stranieri crescono del 16% e provengono per lo più da Francia, Germania e Cina. Soddisfazione del Presidente Fritelli: “Dato in controtendenza rispetto allo scenario nazionale, bene Salsomaggiore”.

Parma, 10 febbraio 2015 – Sono buoni i dati del turismo per il 2014 nella provincia di Parma: 621.336 arrivi (+9,3 % rispetto al 2013) e 1.611.795 presenze (+6,9%). E questo in un quadro nazionale piuttosto critico: Eurostat stima per il 2014 un calo dell’1,8% dei pernottamenti in Italia. I dati sono forniti dall’Ufficio Statistica della Provincia.

“Il dato è positivo e in controtendenza  rispetto all’andamento generale – sottolinea il Presidente della Provincia Filippo Fritelli Un dato che testimonia come ci sia da parte di diversi target turistici italiani e stranieri un interesse per Parma e il suo territorio. Siamo particolarmente soddisfatti per i dati di Salsomaggiore, che sono tra i migliori.”

Gli arrivi nel parmense nel 2014 sono al livello più alto registrato dal 2008, che era stato l’anno della mostra su Correggio, anche se la permanenza media passa dalle 2,7 alle 2,6 notti per cliente.
Gli stranieri sono stati anche nel 2014 il maggior sostegno al flusso turistico (+16,1% di presenze), ma anche il mercato nazionale presenta una crescita nei pernottamenti, seppur in misura decisamente minore (+3,8%).
I principali mercati esteri interessati al nostro territorio sono la Francia e la Germania, da quest’anno al terzo posto è salita la Cina che ha superato gli Stati Uniti e il Regno Unito, le presenze dei turisti cinesi nel 2014 sono praticamente più che raddoppiate
Tuttavia, una particolare crescita hanno avuto nel nostro territorio anche altri Paesi che possiamo definire “emergenti” (Polonia +22,2% di presenze e Corea del Sud +13,9%). Quello che invece fa registrare la più alta permanenza media è la Romania (5,5 notti per cliente).

A differenza degli ultimi anni, per il 2014 è il comparto alberghiero che evidenzia le migliori performance percentuali rispetto al 2013, +10,0% di arrivi, +8,3% di presenze. L’extra-alberghiero registra, infatti, una crescita inferiore sia degli arrivi (+5,5%) che delle presenze di circa il +3,5%.

Per quel che riguarda le performance delle varie aree turistiche, vediamo che le Città d’arte fanno rilevare un forte aumento sia degli arrivi (+10,3% rispetto al 2013) che delle presenze (+11,6%). La Montagna, invece, è l’area che evidenzia l’aumento minore: +1,5% di arrivi e +2,7% di presenze. Per entrambe queste aree tuttavia, per interpretare correttamente questi incrementi percentuali, bisogna tener presente che la base numerica di riferimento è piuttosto bassa in valore assoluto.
In aumento anche il Capoluogo con una crescita del 7,1% delle presenze sul 2013, e dell’8,6% degli arrivi.
Il dato maggiormente significativo, però, è rappresentato dalle località termali, le quali, per la prima volta dopo diversi anni, presentano un deciso aumento dei pernottamenti (+5,7%) e, soprattutto, degli arrivi (+11,7%).

Rispetto al 2013, nell’ultimo anno si è avuto un aumento del tasso di occupazione delle camere alberghiere (rapporto tra camere affittate e camere disponibili) soprattutto nei mesi di maggio (il mese di Cibus) e di ottobre e l’incremento di vendite è stato consistente anche a dicembre che tradizionalmente non è tra i mesi più fruttuosi.
Per la provincia nel suo complesso negli alberghi a 4-5 stelle il tasso di occupazione è nettamente più alto che in quelli di categoria inferiore.


Pagine correlate:

» Bene il turismo del Parmense nel 2014
Dai dati dei primi 10 mesi dell’anno emerge un aumento dell’8% degli arrivi e del 5,7% delle presenze. Crescono soprattutto i turisti stranieri, da Francia, Germania e Cina. In testa città d’arte e località termali. Fritelli: “Sul turismo bisogna investire.”
(da notizie.parma) - ultimo aggiornamento 16 dicembre 2014
» Turisti in aumento nel Parmense nei primi cinque mesi del 2015, soprattutto a Parma e a Salsomaggiore
Il boom a maggio, con quasi 20 mila pernottamenti in più rispetto a maggio 2014, pari a un aumento dell’11,3%, dovuto soprattutto agli stranieri. Fritelli:”A Salso l’investimento in eventi si è tradotto in un vantaggio per la città”.
(da notizie.parma) - ultimo aggiornamento 6 luglio 2015

data di creazione: 10/02/2015
data di modifica: 10/02/2015
segnala a un amico
versione stampabile

 

in questa pagina...

allegati:

Il comunicato stampa

Le slides

link:

statistica.parma.it

  Home / Sala Stampa / Archivio / Resoconto 2009 - 2014 / Campagne / Video / Pubblicazioni / Privacy / 
web design LTT - credits

notizie.parma è un sito di portale.parma - altri siti: eventi.parma
i servizi di portale.parma: calendario degli eventi | filo diretto

^Torna a inizio pagina^

 

 

funzione non attiva